A voi il piacere

Vito Crimi, capogruppo del M5S al Senato, ha dato la sua versione dei fatti accaduti sabato in Parlamento, dove grazie anche ai voti del Movimento è stato eletto come Presidente un candidato proposto dal PD, ovvero Pietro Grasso. Vi riporto qualche passo significativo, ma vi consiglio di leggere tutto quello che ha scritto.

Siamo caduti in una trappola, è inutile nasconderlo, dei vecchi volponi della politica. Due foglie di fico, presentabili meglio di altre, con le quali hanno cercato di metterci, in particolare al Senato, di fronte ad un ricatto morale, un ricatto che ci poneva nelle condizioni di essere determinanti per una eventuale rielezione dell’impresentabile Schifani, mettendo alcuni di noi nelle condizioni di dover scegliere se consentirlo o impedirlo a tutti i costi.
Un ricatto morale che ha portato alcuni di noi a fare questa scelta con sofferenza, ho visto persone mature piangere mentre sostenevano che non sarebbero mai più potuti tornare nelle loro terre se per colpa loro Schifani fosse tornato ad essere presidente, che non si sarebbero mai perdonati e pertanto avrebbero preferito votare Grasso e pagarne le conseguenze a testa alta. E le stanno pagando… il tritacarne mediatico e degli attivisti è in corso.

Purtroppo, ragazzi, questa è la politica. Avete insistito sul fatto che “sarà un piacere” stare in Parlamento, ora ci siete dentro fino al collo, che vi piaccia o meno questo senso di responsabilità ve lo siete meritato tramite i vostri elettori. Non so, forse sarebbe il caso di smettere di fare riunioni ogni 10 minuti ed impostare chiaramente le vostre linee politiche in anticipo, perché in quel bel tritacarne che negli ultimi anni avete contribuito a bombardare di (seppur giuste) critiche, ora ci siete anche voi e tutto quello che vi sparano addosso ve lo dovete pigliare e pagarne le conseguenze.

Come ricordava Lucacicca citando Francesco Costa, siamo solo all’inizio, benvenuti a bordo. Il PDMENOELLE, come lo chiamate voi, ve l’ha subito messo in quel posto, facendo forza su un giusto principio morale, prima che politico. Qualcuno si è assunto le proprio responsabilità, e spero gliene venga dato merito, invece di far salire a turno sul patibolo il dissidente di turno. 

Con questo non voglio condannare nessuno, il M5S è al debutto e spero che porti tante belle cose in quelle aule impolverate, deve imparare e magari imparerà con il tempo, sono giovani ed è un loro sacrosanto diritto quello di sbagliare. Si toglieranno anche delle soddisfazioni, porteranno i loro valori e terranno dure sulle loro battaglie, magari riusciranno a votare cose nelle quali credono, oppure faranno cadere un governo che ancora nemmeno c’è. Però, fossi un elettore del Movimento, mi farei alcune domande, del tipo “ma d’ora in poi, ad ogni votazione che ci sarà, chi deciderà cosa fare e per cosa votare?”, “i parlamentari riusciranno a convivere con questa costante sensazione di essere bollati come traditori?” ma soprattutto “sarete veramente liberi di cercare di fare qualcosa di costruttivo oppure resterete lì solamente per salutare tutti da dentro, passare la mano ed attendere il prossimo giro?”.

Ecco, a proposito di prossime votazioni, che ci saranno e penso nemmeno tra molto tempo, consiglierei a Grillo di dosare bene le proprie sparate e di gestire meglio la situazione. La maggior parte dei voti che avete preso derivano da un elettorato stanco, che vuole cose diverse e le vuole vedere, e non sono dei fissati appartenenti al “partito”. Non credo vengano tollerate, seppur nel breve spazio di questa legislatura, delle ottuse prese di posizione legate ad un codice di irresponsabilità più che di responsabilità, perché con questo “modus operandi”, ricco di contraddizioni, è più probabile che alla tornata successiva i voti diminuiscano e diventerete come tutti gli altri, con tutto il dispiacere che ne deriva.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...