L’economia ai tempi degli hacker

“Don’t let computers rule your investments”

La frase in questione, ovvero “non lasciate che i computer comandino i vostri investimenti”, è di Barry Schwartz, vicepresidente di una società di servizi finanziari, ed è un accorato consiglio rivolto ai broker dopo che ieri era successo questo:

Un falso tweet dell’Associated Press, inviato dal profilo hackerato dell’agenzia, ha creato il panico nella Borsa americana. Il tweet parlava di esplosioni alla Casa Bianca in cui era rimasto ferito il presidente Obama. Secondo i calcoli la falsa notizia ha bruciato 136 miliardi di dollari.

Caro Barry, tu la fai semplice, ma permettici di mandarti a quel paese. Provo a scriverlo in lettere, come negli assegni: “centotrentaseimiliardididollari”. In pochissimi minuti, dato che l’emergenza è rientrata subito. Vi rendete conto?

Tutto questo per colpa di un tweet, magari opera di qualche giovane hacker smanettone di 16 anni. Uno di quelli con i brufoli che vengono presi per il culo a scuola, il classico nerd scacciafiga al quale tiri i pallini con l’involucro della bic e che non pratica nessuno sport, e che  ieri tra una Coca-cola e uno Snickers si è fatto due risate immaginando la serie di microinfarti tra i trader di Wall Street.

La volubilità dell’economia odierna viaggia su terreni che a volte ci risultano impensabili, strettamente connessi con quelli che per ancora troppe persone sono considerate sciocchezze tecnologiche o puttanate virtuali per sfigati, mentre l’intero sistema ci gira attorno e ne risulta strettamente connesso. Eppure è così. Pensate se hackerava l’account della casa bianca, o quello dell’FBI…

Vabbè, fate finta di niente e non pensateci troppo. Buon 25 aprile.

Via: GMI

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...