Bentornato Mourinho

Credo che Josè Mourinho abbia attraversato il suo periodo più cupo, mediaticamente parlando. Ad inizio stagione c’era qualcosa che era evidentemente cambiato in lui, le stagioni al Real Madrid hanno sicuramente lasciato un profondo segno sulla sua autostima e sulla sua reputazione di “vincente ovunque”. E’ vero, Mourinho ha vinto, a Madrid. Ma non ha vinto abbastanza. Il Barcellona è parso spesso extraterrestre, inarrivabile. Soprattutto Mou ha diviso, sia squadra che tifosi, cosa inedita per quanto riguarda le sue passate esperienze.

Forse era il momento buono per fermarsi e scegliere qualcosa con più calma, scaricando completamente le tensioni del post madridismo. Invece, dopo la cocente delusione del Manchester United di non affidargli la panchina del dopo Ferguson, ha chiamato Abramovich ed ha ottenuto di nuovo la panchina dei blues.

L’avvio al Chelsea è stato difficile, non tanto come risultati, quanto come un’apparente stanchezza di fondo, che avevo notato sia in conferenza stampa che durante e post-partita.

Ad oggi,  dopo l’exploit a fine partita di domenica, posso quasi dire che Josè abbia superato il momentaccio. Credo sia tempo di tornare ad essere amato/odiato come prima. Bentornato, maestro.

 

Annunci

2 comments

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...