Tornare a correre, nel modo giusto

La mia prima stagione di corsa “seria” sta volgendo al termine, diciamo pure nel peggiore dei modi, dato che mi son fermato da un paio di settimane, non per scelta ma per colpa di una contrattura rimediata durante la classica partitella a calcio con amici.

L’inverno è grande nemico della corsa, le podistiche locali sono quasi tutte finite, quindi questa settimana torno a correre come meglio riesco, nel poco tempo libero disponibile.

A proposito di correre, ho letto ieri un articolo su Outside con 10 semplici consigli scritti da Alberto Salazar, uno che ha vinto qualcosina correndo in giro per il mondo.

Ve li riporto, tradotti. Fatene tesoro, soprattutto se principianti.

1) Essere coerenti con il proprio piano di lavoro. Se è possibile correre 4 giorni la settimana, si possono ottenere il 90 % dei risultati di 7 giorni di corsa.
2) Prendere sul serio i giorni di riposo, ci devono essere, soprattutto dopo i lavori più duri, senza eccezioni.
3) Aumentare i km gradualmente, mai aumentare oltre il 10% ogni mese. Si scopre di essere andato oltre al limite sempre quando è troppo tardi per rimediare, quindi non strafare.
4) Correre il più possibile su erba, trail, sporco. Le superfici dure aumentano i traumi, meglio allenarsi sul morbido.
5) E’ difficile correre più velocemente di quanto ci si allena. Meglio programmare intervalli di lavoro sulla velocità.
6) Potenziare l’intero corpo, dato che tutto il resto guida le gambe. Rafforzare la schiena è fondamentale, meglio farlo tramite lavori di flessibilità dinamica come yoga, pilates e arrampicata piuttosto che pesi e lavoro in palestra.
7) Indossare le scarpe giuste. Ognuno ha un modo di appoggiare il piede che va supportato e gestito da scarpe specifiche. Se il piede va in pronazione o in supinazione ci vogliono calzature con supporti.
8) Perfezionare la postura mentre si corre. Braccia che spingono in avanti, senza incrociare. Schiena dritta e piede che poggia bene.
9) Ci sono periodi in cui credi di spingere te stesso oltre un certo limite. Darci dentro e non pensare mai di essere mentalmente debole da non affrontare quello che verrà in seguito.
10) Utilizzare, bene, la tecnologia. Gps, cardio, ipod possono tutti aiutarti a seguire e perfezionare i tuoi programmi di lavoro.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...