Diplomato

Alla fine, la mia tanto sospirata ed attesa prova sulla mezza maratona, è finalmente arrivata.

E’ stata una domenica intensa, quella di ieri. Sveglia alle 5:30, partenza assieme a due compagni di squadra alle 6:15 per San Benedetto del Tronto. Arrivo in forte anticipo, ritiro pettorali con calma e poi giretto di perlustrazione sul percorso prima della partenza delle 9:15 circa.

Tempo nuvoloso e variabile, temperatura e condizioni perfette per correre. Percorso lineare, con zero dislivello e un circuito di 2 giri con 2 rettilinei, di cui uno lunghissimo, con poche variazioni per la visuale, il che lascia poco svago alla testa nei momenti difficili.

In partenza buone sensazioni, primi 10 regolari con media consueta e forse anche troppo alta per quello che mi attendeva. Poi, nuovamente, lo scoglio dei 16 km si è fatto terribilmente sentire. Non mi ero preparato a dovere, e lo sapevo, avendo fatto 20 km una sola volta, per giunta fermandomi. Poi altre volte 15 e 16 km ma sempre faticando sul finire. Insomma, sapevo che quello era il “punto di non ritorno”. Sicché crisi al 16esimo e 18esimo, con conseguente pit stop per rifornimento e tanti metri senza correre ma solo camminando.

Poi dal 19esimo in poi mi son detto “dai, piano piano arrivi come arrivi ma devi farlo”. E’ davvero difficile spiegare cosa si sente in quei momenti, è tutto un conflitto tra il corpo che ti dice “ti prego, porca puttana, fermati!” e la testa che dice “dai, se molli adesso sei uno stronzo”. Alla fine ha vinto la testa, e con me ha vinto un altro ragazzo con il quale ho fatto gli ultimi 3 e con il quale ci siamo abbracciati all’arrivo. Non ricordo nemmeno il suo nome. Ricordo di aver urlato di gioia al traguardo e aver baciato il suolo, in alcuni momenti quasi mi son sentito mancare, ma la volontà ha vinto su tutto. Ho chiuso in 2:02:49 da mio crono personale.

Naturale che si possa e si debba fare meglio, ora l’obiettivo si sposta sul farne una in meno di 2 ore, ci lavorerò su ma diamo tempo al tempo. Ho voglia di svagarmi un po’, senza obiettivi precisi e concedermi qualche domenica in libertà, dato che ultimamente ne ho “sacrificate” parecchie alla corsa.

Eravamo tremila alla partenza, sono arrivato in mezzo, tra gli scarsi, ma sono arrivato. Che strano, consapevolmente scarso, ma contento. Non ho foto della gara, avevamo altro a cui pensare. Ma ho il diploma, lo pubblico a fine articolo.

P.s.: complimenti sinceri all’organizzazione, davvero ottima. Grande partecipazione, bel pacco gara, villaggio ben fornito, docce (seppur fredde, ma vabbè) e tante buone cose. Bravi.

diploma797

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...