Libération

Venerdì scorso ero a Lucrezia, per l’annuale e consueta podistica del giorno della Liberazione. L’unica volta in cui ho corso in maniera quasi del tutto scollegata, pensando più agli altri che a me stesso.

Avevo coinvolto due amici e li avevo pure convinti a partecipare, praticamente senza allenamento, e percorrere 10 km sotto un sole costante ed un caldo improvvisamente bestiale.

E’ andata benissimo, per loro, entrambi arrivati al traguardo in tempi ragionevoli. Per me non è andata, nel senso che non ho mai pensato a quello che normalmente mi importa quando si gareggia, perché non era la cosa importante. E’ stata una di quelle volte in cui i sorrisi degli amici coprono i pensieri personali e i cronometri valgono zero.

20140429-002911.jpg

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...