-14

Domenica mattina. Sveglia ore 7. Dalla Velux capisci subito cosa ti attende fuori, pioviggina e c’è pure nebbia. Colazione da solo, radio a volume basso con gli stessi Deejay che hanno voce assonnata. Cambiarsi. Prima di partire, la classica domanda che ti si pone alle 7:50: “ma chi cazzo te lo fa fare?”.

Arrivo in piazza a Calcinelli, gruppetto quasi pronto a partire, in totale siamo una decina. Si va per circa 20 chilometri. Ognuno al suo passo, io mi metto in fondo e mi stacco dopo 3 km circa, dato il ritmo per me troppo elevato dei battistrada, impossibile da reggere per tutto il percorso prestabilito.

Alla fine mi ritrovo per i restanti chilometri da solo, passando in alcune stradine che circondano la Palazzina Sabatelli, paesaggio spettrale con zero auto, nebbia bassa, silenzio assoluto. In mezzo alla nebbia mi vedo venire incontro una sagoma incappucciata che passeggia con cuffie e sguardo basso. Ci sfioriamo con lo sguardo, ci riconosciamo, un amico di scuola di vecchia data. Due parole, al volo, la stessa incredulità nel ritrovarci così dopo alcuni mesi. Riparto. Gara di boccia alla lunga. Devono sospenderla per farmi passare. Mi guardano tutti e faccio per passare il più veloce possibile, lascio quattro/cinque “Buongiorno” e tra i denti sento partire qualche vaffanculo. Sentirsi coglione due volte, la domenica mattina, è impresa ardua.

Allungo il giro perché prevedo che al ritorno in piazza non arrivo ai 20 che mi ero prefissato. Mentre percorro il 18esimo km mi torna in mente di aver fatto partire il Gps con un km di ritardo. Torno indietro e arrivo alla base.

Questo è il racconto della sola ultima domenica mattina vissura correndo. Ce ne sono state diverse, ultimamente. Il 14 dicembre mi attende una mezza maratona ad Assisi, l’Invernalissima, la mia ultima gara del 2014. L’obiettivo è finirla, possibilmente sotto le due ore, avendo un solo precedente sulla mezza di 2h02m.

Tutti questi “sacrifici”, d’altronde, li puoi fare solo con degli obiettivi. Poi mi riposerò per un bel pezzetto, soprattutto la domenica mattina. E vorrei ben vedere, porca troia.

Il track del giro di ieri.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...