Perdersi e trovarsi

C’è una tradizione che riesco a mandare avanti da alcuni anni, diciamo almeno da 3: uscire a correre la mattina del 1 gennaio.

Non è sempre possibile, non lo sarà sempre almeno, però finché riesco confesso che piace mettermi alla prova.

Stavolta, ritorno a letto alle 4 dal veglione. Risveglio h10:25 circa, colazione inesistente, e via alle 11. Avevo in mente di andare a Monte Giove, la mia meta preferita qui in zona, e sperimentare l’ultima via ignota che ancora mi mancava vedere dove portasse.

Giretto di riscaldamento da 1km, salita ripida, passaggio sotto l’Eremo e poi via verso Magliano e discesa verso l’ignoto.
Sapevo che alla lunga si sbucava a Carignano ma volevo evitare di arrivarci. Succede che mi ritrovo a correre per diversi km in strade sconosciute e senza trovare traccia di vita umana a cui chiedere indicazioni.

Alla fine una signora che passeggiava mi ha indicato la via che mi ha portato a San Cesareo e poi Carrara e ritorno a casa a Cuccurano con molti più km di quelli che volevo fare e giusto in tempo per il pranzo.

Magari la prossima volta sarebbe bene testare i percorsi in situazioni più favorevoli, ma in definitiva mi è piaciuto il diversivo avventuroso.
Ecco il track del percorso, spero sia visibile.
http://www.mapmyfitness.com/view_workout?w=830413005

Annunci

3 comments

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...