Istituzione fanese

Ieri sono tornato allo stadio Mancini dopo alcuni anni (non tantissimi a dire il vero). Era in programma il derby al vertice tra l’Alma (ovvero il Fano Calcio) e la Maceratese, entrambe ai primi posti della serie D. Per la cronaca è finita 0-0 dopo diverse emozioni.

C’era tantissima gente, la più grande partecipazione da parecchi anni a questa parte, e mi sono veramente divertito in curva in mezzo a tanti volti noti e diversi amici.

In curva, appunto, dove regna il grande Baldo.

Sinceramente, la cosa più difficile che mi sia mai capitata durante un incontro di calcio è successa a livello amatoriale. Marcare il Baldo in alcune partite è stata una vera prova di sopravvivenza, un ritorno all’essere primitivi, un duello senza esclusione di colpi, che ricordo sempre con nostalgia mista a sollievo.

Alla fine, scattava sempre la stretta di mano e il massimo rispetto.

Per capirci, parliamo del signore con il cappellino nero che guida il coro nel video qui di seguito.
Provateci voi a marcarlo in area di rigore durante gli ultimi minuti di partita, vi voglio vedere come ne uscite.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...