Corvi

Più di un mese fa è giunta la notizia sull’effettivo scioglimento dei Black Crowes, cosa che è passata abbastanza inosservata dalle nostre parti.

In effetti la domanda “Chi cazzo sono i Black Crowes?” potrebbero chiederselo in tanti, al giorno d’oggi. Io la riassumo così: la più grande e importante blues/rock band dopo i Rolling Stones.

Una classe esagerata, un sound inconfondibile. Peccato davvero, ma da troppo tempo vagavano in una fitta nebbia fatta di faide intestine e classici problemi tipici del mondo del rock.

15 anni fa, quando uscirono con “Shake Your Money Maker“, l’unica cosa che in molti dissero fu solo un “PORCA PUTTANA!” gridato a gran voce. Non era una cosa degli anni ’90, a dirla proprio tutta nel 1990 un disco del genere c’entrava nulla, non aveva senso. Venivamo dalla sovraesposizione glam anni ’80, eravamo in attesa del grunge che sarebbe esploso a giorni…ma questo album era un cocktail di tutto il meglio del suono dei ’70, con una forte impostazione “country” ed una maturità sorprendente. Un classico “disco maiale”, dove non si butta via niente, dove riesci difficilmente a dire “oh si, quella è bella, ma le altre non so…”. Qui no, qui era davvero perfetto, e quello che venne dopo secondo me fu all’altezza di reggere il confronto.

Come li conobbi? Io arrivai un pò tardi, nei primi anni 2000, mi ero scaricato illegalmente il “Moscow Peace Festival” del 1991 dove c’erano Metallica, Ac/Dc e Pantera. In mezzo, c’erano pure loro, e mi catturarono.

Cosa ci hanno lasciato? Tante belle esibizioni live, due/tre album che BISOGNA avere anche se il vostro cantante preferito fosse Nino D’Angelo, ed un disco live at the Greek con un certo Jimmy Page che li mise lassù, tra i miei intoccabili.

Dovendo fare il nome di una canzone, se proprio devo, non lo faccio. Dico tutto “Shake Your Money Maker” dalla prima all’ultima traccia. Compresa questa, che è una cover, ma sti gran cazzi davvero.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...