Lo scopo della medicina

In merito al rivoluzionario trapianto di bacino appena eseguito al CTO di Torino, queste le tappe sintetiche della vicenda, riassunte dal Post. Il paziente ha 18 anni, non è un particolare da poco.

I trattamenti non avevano dato gli esiti sperati, spingendo i medici a tentare una soluzione alternativa: rimuovere i tessuti ossei ormai compromessi dalle cellule tumorali e sostituirli con una copia di parte del bacino realizzata in titanio.

Mentre il paziente proseguiva con la chemioterapia, i chirurghi del CTO hanno realizzato una TAC del suo bacino. Dalle immagini ottenute è stato possibile creare al computer un modello tridimensionale della parta interessata dal tumore. I dati sono stati inviati a una azienda negli Stati Uniti che ha realizzato l’emibacino in titanio, rivestendolo poi con tantalio, un materiale che favorisce l’integrazione delle protesi con le ossa umane.

Martedì 24 febbraio il paziente è stato sottoposto ad anestesia e in seguito è iniziato un intervento che nel complesso è durato 11 ore e mezza. I chirurghi hanno dovuto rimuovere la parte destra del bacino e l’anca, interessate entrambe dall’osteosarcoma. Poi hanno ripulito i margini delle ossa e successivamente hanno ricostruito le parti mancanti con le protesi in titanio e tantalio.

La medicina dovrebbe essere questo: problema, ricerca, confronto, soluzione, divulgazione.

Non combatto contro qualcosa per partito preso, e non dichiaro santo chi semplicemente svolge il suo lavoro, ma in questa società che mette in dubbio qualsiasi cosa e riesce persino a qualificare dei millantatori da quattro soldi, allora è opportuno sottolineare chi merita una menzione speciale.

L’intervento al CTO di Torino mi aiuta nuovamente a sottolineare quanto di brutto si sia visto ultimamente e quanto di tutto questo sia lontano anni luce da come io veda il mondo della medicina e della ricerca scientifica. Per gli altri farabutti, peccato che sia comunque possibile tenersi una fedina penale pulita.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...