Metal Gear e il mio personalissimo “comeback to 1998”

Circa 3 mesi fa, in occasione dei 20 anni del lancio di Playstation, ne scrissi in questo blog e citai anche un titolo su tutti che mi era rimasto nel cuore. Trattavasi di “Metal Gear Solid”, il primo ed inimitabile.

Da allora, eravamo ad inizio dicembre, sono successe alcune cose al riguardo. Vi ripercorro le tappe di una vicenda che mi ha occupato un poco di tempo, ma che come spesso mi accade mi porta ad ignorare ogni logica e provare a perseguirla, stavolta con successo.

Pochi giorni dopo quel post, ho tirato fuori la mia vecchia Playstation, ancora tenuta in casa, e cercato invano il gioco (craccato) di Metal Gear che ero sicuro di possedere da qualche parte. Nulla da fare, non l’ho trovato.

Ho iniziato una ricerca su internet, ho trovato su ebay una copia di Metal Gear ITA usata e tenuta apparentemente bene, ad un prezzo umano (rispetto ai non usati, ancora incellophanati e venduti carissimi). Comprato e pacco arrivato (con diverse peripezie postali) poco prima di Natale.

Durante le feste, ho iniziato a giocarci. Il gioco girava bene, sono andato avanti per diversi livelli e poi il primo problema. Il Joypad non mi permetteva più di utilizzare il tasto select, quindi impossibile salvare ed andare avanti.
Diversi giorni di stop, scrivo del mio problema su facebook e in men che non si dica trovo un nuovo joypad (addirittura con dualshock) da un parente, appartenente ad una vecchia PS2 ormai prossima alla rottamazione. Provo, funziona.

Avanti altri livelli, poi il nuovo stop, stavolta guasto al tasto START. Mi torna nuovamente in aiuto il ragazzo di prima, e mi offre anche la sua playstation2, salvata giusto in tempo dalla consegna al deposito rifiuti, magari fosse un problema della mia vecchia play1. In effetti, la 2 (che nel frattempo aveva passato diverse settimane in un sottotetto ed aveva preso acqua, freddo ed umidità) funziona e fa girare bene anche il joypad. Alcuni giorni spensierati e poi nuovo inconveniente sempre uguale.
Provo da un altro amico, che mi consegna ben 2 joystick, provo il primo e niente da fare. Con il secondo va meglio, e finalmente riesco a giocare.

Avanti senza altri intoppi fino alla fine del gioco, che ho ultimato una settimana fa.
Questo per dirvi quanto ho insistito e voluto testardamente ricalcare le orme di quasi 20 anni fa, quando mi ammazzavo di Metal Gear e poi ricominciavo da capo con i nuovi “gear” acquisiti, come la tuta stealth o la bandana.

In relazione al gioco, c’è veramente poco da dire, posso solo confermare quello già scritto ovvero che “per me sarà per sempre il gioco n.1 in assoluto”. Incredibile quanto sia ancora immutato il gusto di giocarci, è un mix letale di atmosfera, giocabilità, intuitività e praticità che ne hanno fatto un classico intramontabile. E’ un titolo che va oltre le mode, oltre lo sviluppo tecnologico e in cui non puoi non riconoscere una genialità unica.

Lunga vita a Hideo Kojima, lunga vita a Metal Gear Solid.

P.s.: volendo trovare una scena TOP in questa lunga caccia a Liquid Snake, penso che il pezzo in cui mi immedesimo di più sia contro la bella Sniper Wolf. Il ragazzo del video qui sotto ha inizialmente usato il lanciamissili…cosa che ho scartato a priori da sempre. Un duello tra cecchini in mezzo alla neve ti porta al vero spirito del gioco.

Annunci

2 comments

    1. Oh santiddio…ce l’aveva mio fratello nel commodore64!
      Ci giocavo ma non ci impazzivo quanto Ghost n goblins. Era una roba grossa un bel po’ il Commodore, ho ancora tutto in soffitta…ci sarebbe da ridere ad attaccarla nuovamente alla tv.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...