Road to Collemarathon – Chapter 7

Di nuovo qui, settimo capitolo della saga del maratoneta provetto.

La settimana santa ha portato meno chilometri e più carico di lavoro, ho variato i programmi e per quanto martedì abbia fatto il solito giro corto veloce da 10 km, le restanti due sedute sono state differenziate.

Giovedì mi sono dedicato ad alcune ripetute in salita sui 100 metri, e non ho faticato a trovare il terreno ideale. Abito a praticamente 500m da una delle strade che arrivano a Monte Giove, che è attrezzata sia per effettuare la ripetuta in salita che per fare l’allungo sul piano. Non so se potrò fare a meno di Monte Giove, un giorno che mi sarò trasferito, lo dico e lo penso sempre, è un posto di inesauribile bellezza ed utilità, che ti chiede tanto ma ti regala sempre qualcosa in più, sia nello spirito che nel fisico.

Per il lungo di fine settimana, ho atteso il giorno di Pasquetta, ed ho deciso di farlo da solo. Volevo variare, fare meno chilometri con più qualità, nei giorni prima avevo pensato un percorso di circa 25km con ritmi alternati. La cosa buona è che ho concluso il giro prefissato percorrendo 25km spaccati, manco l’avessi misurato con il gps. La cosa cattiva è che sono stato accompagnato da un freddo bestiale per tutta la durata, e che il percorso scelto non era proprio dei più agevoli. Per chi fosse della zona, ho fatto un giro di riscaldamento in zona Rosciano per 4 km, sono salito verso Monte Giove/Prelato da Centinarola, ho “scalato” il Monte fino alla cima, sono passato per Magliano e sceso in picchiata verso Carignano bassa, nuova salita ripida verso Carignano paese e poi gli ultimi passaggi verso casa nelle zone di San Cesareo, Carrara e Cuccurano. Bellissimo giro, ma quanta fatica, soprattutto nel periodo Post Pasqua.

Cosa mi attende questa settimana? Due giorni di lavoro non esagerato (oggi e domani), in attesa dell’ultimo lunghissimo di domenica, che probabilmente farò sul luogo del misfatto, ovvero partenza da Barchi e arrivo in zona Tombaccia passando per ogni paesino, per un totale di circa 35 km.

P.S.: in tema di corsa, non posso non citare il mio incontro con il colpevole di questa passione nata da alcuni anni. Ieri sono andato a Riccione, sul lungomare, a vedere la diretta di Deejay Chiama Italia con lo staff al completo. Nonostante il freddo della madonna e l’attesa di due ore, ho resistito e da vero ignorante ho saltato le transenne e mi sono fatto largo tra i presenti…tutto questo per una foto insieme a Pasqualino di Molfetta, in arte Linus.

linus foto

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...