Sempre sia lodato

Come si fa a non essere completamente d’accordo con questo tweet?

Il video in questione è riferito al secondo gol che il Fenomeno segnò nel gelo di Mosca, ritorno di semifinale di Coppa Uefa del 1998.
Guardate il campo, una coltivazione di patate misto a barbabietole.
Ricordo bene quella sera, tutti i veri interisti la ricordano.
Per via del fuso orario la partita andò in diretta sulla Rai all’ora dell’aperitivo e finì verso cena. Non mangiai, non si poteva mangiare.
L’andata era finita 2-1 per noi, là si mise malissimo con loro che andarono in vantaggio quasi subito.
In mezzo alla melma, abbastanza spaesato, c’era anche Ronaldo, vestito quasi fosse un venditore di frutta in pieno inverno in un centro ortofrutticolo del basso Lazio, fece quasi tutto il primo tempo con uno scaldacollo in pile sulla fronte. Sembrava la classica metafora del brasiliano che perde i poteri non appena affronta i climi rigidi.
Ad un certo punto decide di fare qualcosa per portarci in finale, così prima si fa trovare al posto giusto al momento giusto e raccoglie un rimpallo per il pareggio.
Poi, nel secondo tempo, quando meno te l’aspetti, piazza un numero gigantesco che eleva ad infinito il rapporto tra tecnica, potenza, velocità decisionale, precisione e senso del gol. Tutto ciò in mezzo alla merda, questo va ripetuto. Guardate la reazione al gol di Diego Simeone, storicamente non certo un suo amicone, per capire quanto quella giocata fosse stata immediatamente percepita come straordinaria.

Ho scritto diversi articoli su Ronaldo, il vero RONALDO.
Non riesco a starne lontano per più di tot mesi, per noi interisti dalla scorza dura è stato come un expecto patronum in un lungo tunnel che era solo buio.
Si certo, poi ci ha mollati, ci ha preso in giro, l’abbiamo preso in giro, ma in fin dei conti ci siamo sempre amati.
Nessuno lo ha amato come noi, e lui lo sa.

Il 22 settembre ha compiuto 39 anni, mi aspetto un ritorno alla casa del padre per festeggiare i 40 lustri nel 2016. Vediamo se mi accontenta.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...