album

Fermate Kanye West

L’ultima brillante idea di Kanye West è stato chiedere a Zuckerberg un aiuto economico per finanziare i suoi progetti nel campo della moda. Il rapper dice di trovarsi in difficoltà ed ha 53 milioni di dollari di debiti. Così dice, almeno. Non gli credete.

Non contento, dopo i Grammy ha sparacchiato una serie interminabile di tweet che spaziano da un emisfero all’altro del suo ordinatissimo cervello. Una sequenza a mitraglia delirante. Tipo questo:

Insomma, l’abbiamo definitivamente perso, ormai è chiaro. Tanti buoni lavori in crescendo, l’apice nel 2010 e poi una serie di cazzate a ripetizione, compresi i lavori discografici fatti con i piedi.

Non si riesce più davvero a tenere il conto delle boiate a cui ci si è esposto, dall’appoggio a occupy wall street al tweet per l’innocenza di Bill Cosby. Dalla sua discesa nel campo della moda alla sua candidatura a presidente degli Stati Uniti. E ne lascio fuori un altro migliaio, davvero.

Che dire, ridiamoci su.

Annunci

Kanye West e il nuovo album

Kanye West sta per tornare con un nuovo album, si chiamerà “Yeezus” e dovrebbe uscire dopo la metà di giugno. Nel frattempo, in anteprima e per gonfiare un pochino l’attesa dell’evento, ha proiettato su alcuni palazzi sparsi nel mondo la video premiere del nuovo singolo “New Slaves”.

Kanye West è un po’ difficile da collocare in qualche segmento musicale. Sicuramente il più talentuoso e geniale artista hip hop degli ultimi 10 anni, ha sviluppato uno stile ed una serie di collaborazioni trasversali che l’hanno portato decisamente fuori dai canoni tradizionali di quel genere, toccando l’apice di creazione artistica con un album capolavoro quale “My beautiful dark twisted fantasy”.

Kanye, personaggio mediaticamente esagerato, uno di quelli che farebbero le fortune di qualsiasi rivista di gossip per anni, artisticamente parlando secondo me ha ancora qualche coniglio da tirare fuori dal cappello, e son curioso di vedere che ha combinato stavolta dopo la deludente parentesi di “Watch the trone” con Jay-Z. Le premesse dell’album sono buone, soprattutto a vedere la lista di collaborazioni più o meno confermate.

Via: DLSO