alicia keys

No doubt

L’ho detto più volte, scherzando ma non troppo: tra le cose che dovrebbero essere rese obbligatorie, almeno una volta nella vita, c’è correre una maratona.
Che non vuol dire vincerla, nè battere chissà quale avversario.
Vuol dire darsi un obiettivo, prendersi un anno e costruirsi un viaggio bellissimo, indimenticabile.
Poi una volta fatta potete tornare alla vostra vita di prima.
Ma niente, in realtà, sarà più come prima.

Linus, prendendo ad esempio l’impresa di Alicia Keys, ci ricorda e mi ricorda il motivo per cui ho mandato letteralmente a puttane una serie abbastanza considerevole di fine settimana a partire da agosto fino a oggi.

Potrei provare a spiegarlo a parole, ma gli ultimi secondi del video che ha postato Alicia sono la risposta a molte domande che molte volte mi sento fare. Non ho dubbi che la Keys l’abbia fatta tutta, dal primo all’ultimo chilometro. Sia perché è andata piano, sia perché certe facce non mentono.

Sono felice di aumentarla di grado nella classifica degli artisti che più sento di stimare, sia dal punto di vista musicale che da un lato “umano” di quello che ci offrono. Well done, Alicia.

Blackberry punta tutto sul 10

Questa settimana i vertici della RIM hanno presentato i nuovi smartphone Blackberry 10.

Essendo un possessore di BB, la cosa mi interessava parecchio, data l’inadeguatezza, al momento attuale, dei prodotti offerti dalla casa canadese in confronto alla spietata concorrenza di Samsung ed Apple, per fare due nomi a caso.

Diciamo che è stato lanciato un segnale importante, da ultima spiaggia mi verrebbe da dire. Innanzitutto è stato cambiato il nome all’azienda, che diventa Blackberry a tutti gli effetti, a scapito di “Research In Motion” che era difficilmente associabile al prodotto. Oltre a questo, il nuovo smartphone che è stato presentato è chiaramente frutto di un buon lavoro, che non è detta sia sufficiente a portare la situazione verso prospettive migliori.

E’ stato rinnovato un po’ di tutto, dall’aspetto al software, attingendo in buona parte dalle trovate già presenti su iOs e Windows. Il risultato sono due prodotti, il Z10 interamente touch ed il Q10 con tastiera Qwerty (per i tradizionalisti come me) e schermo touchscreen ridotto. La fotocamera è da 8 megapixel, e qui già verrebbe da tirare un sospiro di sollievo, visti i pessimi precedenti.

Trovate info e foto sulla presentazione in questo articolo del Post.

La prima impressione è che tutto ciò non sia sufficiente a cambiare drasticamente il trend di vendite, anche se apprezzo notevolmente la scelta di nominare direttrice creativa la stupenda Alicia Keys, che proverà a spingere il marchio anche in settori non propriamente legati al business working.