Nobraino

I Nobraino e il 1 maggio a Taranto

I Nobraino non saranno al concerto del 1 maggio di Taranto, anche se in realtà fino a 2 settimane fa erano tra le band accreditate.

Sono stati esclusi da Roy Paci, uno degli organizzatori, a seguito di un loro infelice status apparso su Fb e scritto dal chitarrista Nestor.

La vicenda è riassunta in gran parte qui, esaustivamente.

Per farla breve, possiamo dire questo:
se Roy Paci e il gregge di pecore che ha inveito contro i Nob, avesse minimamente conosciuti il loro stile, tutto questo non sarebbe accaduto.

Vorrei avere il tempo per vedere, nelle bacheche di tutti gli haters, quanti di loro a gennaio pubblicavano il #jesuischarlie…scommetto siano un mucchione.

E comunque i ragazzi hanno risposto a modo loro, senza vittimismi e con l’unica cosa che vale la pena fare. Cantare, e mandare un messaggio.

Lunga vita ai Nobraino!!

Il concerto del 1 maggio a Taranto

1 maggio, Festa del lavoro, che da anni vuole anche dire Concertone di Roma.

Da quest’anno, forse il trend è cambiato. Colpa di Taranto, che ha organizzato un super concerto davvero notevole, che sembra aver avuto un successo strepitoso, dico sembra perché non ero presente e mi affido a quello che vedo e leggo oggi.

Si, a Taranto. A pensarci bene, forse il posto più importante dove fosse giusto farlo.

Sono d’accordo con Gad Lerner che nel suo blog dice

Ben comprendo che a Taranto oggi si celebri un 1 maggio alternativo a quello ufficiale delle confederazioni sindacali, reduci da una sconfitta cocente nell’elezione delle rappresentanze aziendali. Mi fa piacere che uno degli sconfitti, Maurizio Landini, vada a Canossa per confrontarsi con la ferita che brucia. Avessi potuto, ci sarei andato anch’io (solo per ascoltare).

C’erano tanti nomi famosi sul palco, sembra ci fosse tantissima gente sotto il palco, magari non quanta ne dicono gli organizzatori, ma davvero tanta a giudicare dalle foto.

E poi c’erano i Nobraino, nemmeno menzionati tra i nomi di punta che hanno partecipato, ma che hanno dedicato anche un pezzo a Taranto ed all’ILVA, chiamato “La fabbrica delle nuvole”. Lunga vita ai Nobraino, e complimenti per quello che è stato organizzato.

NoBraino live @Vidia – Cesena

Ieri sera, nonostante il tempo avverso e la locale nevicata in quel di Cesena, sono andato insieme ad altri amici a rivedermi un live dei NoBraino, gruppo folk indie rock di Riccione.

Come sempre, l’impatto live di questi ragazzi è notevole, mai banali anche nella composizione della scaletta, notevolmente modificata con il progressivo inserimento dei brani che finiranno nel prossimo lavoro in studio, seppure a scapito di qualche grande classico. Performance complessiva davvero buona, in un contesto ottimo dato che il Vidia è un locale dannatamente rock già di suo.

Il consiglio, per tutti quelli che non li conoscono, è di ascoltarvi qualche pezzo, anche se il consiglio ancor più azzeccato sarebbe quello di andarveli a vedere non appena vi è possibile e sono nella vostra zona. Trovate tutta la loro discografia su iTunes.