podistica

Restart

Settembre, sei proprio tu?

Ho sempre un misto tra malinconia e piacere nell’affrontare settembre, da un lato i ricordi dell’estate che si va a spegnere, dall’altra parte la voglia di ricominciare i ritmi invernali, fatti di cose noiose ma anche completati da tante attività che mi rendono la vita più completa.

E’ stato un buon periodo di ferie, vissuto prevalentemente in zona, sono solamente uscito 3 giorni in moto attraversando Marche e Umbria per giungere nell’amata Toscana. Val d’Orcia e Val di Chiana, per la precisione. Un viaggio on the road tra paesi quali Chianciano, Sarteano, Radicofani, Bagno Vignoni, Montalcino, San Quirico, Sant’Angelo in Colle…per finire un giorno intero a Siena, un gioiello che ci attira sempre particolarmente.

Nel frattempo, ho continuato a tenermi in forma come meglio potevo, partecipando a diverse gare podistiche anche ad agosto, principalmente perché sono le mie preferite di tutto il circuito annuale. La prima si è svolta il 16 agosto ed era la “Colle di Montegiove”, durissima e bellissima alla quale non potevo rinunciare. Poi, ho ripetuto la doppietta della “Olivi e Vigneti”, il 22 e 23 agosto. Due giorni consecutivi a sgarruppare per i colli di Ripalta e di Piagge. Abbastanza massacrante, ma ha un sapore unico, la benedici e la maledici allo stesso momento, è diventata un appuntamento di punta, partecipatissima anche per via dell’iscrizione agevolata alla prossima Collemarathon.

Non è andata benissimo, nel senso che non va mai benissimo soprattutto per quanto riguarda Ripalta, percorso che non digerisco e sul quale fatico all’inverosimile, però il secondo giorno me la sono goduta ed ho fatto una gara soddisfacente. A fine doppietta, cosa che non faccio mai, ho guardato il tempo e l’ho confrontato con anno scorso. Sul totale della 2 giorni ho migliorato di 8 minuti. E io che mi dicevo che le mattinate all’alba erano solo sofferenza nel correre e non portavano frutti. Ora sotto con il programma tosto, si smette di scherzare e si va lentamente verso i lunghi, il 29 novembre è ancora lontano ma nemmeno così tanto. Firenze, proverò a meritarmi la tua ospitalità.

Annunci

La corsa che ci voleva

Quest’anno il gruppo podistico FanoCorre ha pensato e realizzato una corsa bellissima ed affascinante allo stesso tempo. Si cambia decisamente location rispetto agli anni scorsi, quando il trofeo Esalex di fine stagione si svolgeva in zona Codma a Rosciano. Partenza ed arrivo avverranno in Piazza XX settembre, lo svolgimento è tutto cittadino con passaggi nelle vie del centro storico, rettilinei sul lungomare sia dalla parte di Sassonia che del Lido e poi ritorno nel cuore della città.

Era la corsa che ci voleva, perché si tratta di quasi 11 km, quindi aperta ad un pubblico molto più ampio di quello di una maratona (la Collemarathon era finora l’unica gara podistica che entrava dentro Fano), e soprattutto che darà la possibilità di poter correre nei posti più belli di Fano, a contatto con i luoghi storici, il mare e la bellezza dei nostri posti (non a caso c’è la collaborazione con l’ArcheoClub locale per creare un vero e proprio pacchetto “turistico” che viaggi assieme alla corsa).

L’occasione è di quelle particolari, essendo il 1° memorial Lamberto Tonelli, fondatore della Società scomparso prematuramente un anno fa, al quale a mio avviso non poteva essere reso un tributo migliore. I miei complimenti, in anticipo, per l’idea di fare una corsa simile, che sicuramente avrà una realizzazione difficile e laboriosa. Non ho dubbi sulle capacità organizzative del gruppo fanese, come non ne ho sulle capacità collaborative dei miei amici del Csi-Fano che daranno una mano durante il percorso come ormai da anni facciamo con la Collemarathon.

Save the date: domenica 23 novembre, partenza h10 da Piazza XX Settembre. Iscrizioni e informazioni le trovate in questa pagina sul sito web di FanoCorre dove ci sono tutti i riferimenti necessari.

Se non siete fanesi, ma sopratutto se lo siete, fate di tutto per mettervi in condizione di correre una decina di chilometri e godervi questa occasione particolare di vivere la città in maniera completamente diversa. Dal mio canto, vedrò di essere presente.

Percorso esalex 2014

Tra Olivi, Vigneti e Amici

Finite le ferie, e siamo già alle prese con un settembre traumaticamente invernale.

Scusate la perdurante assenza dal blog, ma la faccenda “casa” regna sovrana.

Nell’attesa di raccontarvi brevemente le mie ferie 2014, vi parlo delle mie ultime fatiche sportive. Dopo un lungo periodo di inattività, quasi un mese tra metà luglio e metà agosto, sono uscito un paio di volte a correre e poi ho deciso clamorosamente di iscrivermi alla corsa a tappe “Tra Olivi e vigneti – Edizione 2014”.

Scelta estrema, dato che si tratta di 2 gare podistiche disputate in 2 giorni consecutivi, da 10 km circa l’una, su tracciati impegnativi, il primo quasi esclusivamente trail (sterrato) ed il secondo un sali/scendi dalle parti di Cartoceto con una minima parte di trail ed il resto su asfalto.

Percorsi tosti, sicuramente i più impegnativi che mi son capitati da parecchio a questa parte. Contava esserci, ed arrivare alla fine di entrambe, ce l’ho fatta soffrendo da bestia, arrancando specialmente nella seconda tappa, ma alla fine ci sono arrivato.

Risultato pessimo per il sottoscritto, in quanto a tempi e prestazione, ma ottimo per il team Calcinelli Run che è arrivato primo nella classifica a squadre. Tanti bei ricordi da portarmi dietro: correre davanti a panorami unici lungo i percorsi, la valle del Metauro è uno spot meraviglioso per la nostra provincia, ed in più il vantaggio di finire le gare in due aziende agricole (Guerrieri e Lucarelli) dove fermarsi a gustare i prodotti dopo la fatica della corsa.

E’ andata bene anche per ci ospitava, nel senso che il nostro gruppo già alla fine della prima tappa aveva ampiamente fatto la sua parte, anche nel dopo-gara.

gruppo guerrieri

StraFosso 2014

Torno a parlare di podistica, questo strano mondo che un poco mi appartiene. Domenica sono tornato in strada, ho partecipato alla “StraFossombrone”, una gara storica di questa zona, giunta alla 39a edizione, un appuntamento fisso del circuito locale.

Era la mia prima partecipazione, non ero allenato e non conoscevo il percorso. Ho chiuso i 9.6 km in 52:40 (real time 52:32, ci tengo a dirlo), arrivando assieme ad un gruppo che solitamente mi sta dietro, dato che ormai ci conosciamo tutti molto bene nelle retrovie.

Che dire, ormai la situazione è questa, si corre per fare qualcosa che mi mette alla prova e sfogare le tensioni settimanali, i miglioramenti non ci sono e faccio pure fatica a mantenere i miei (seppur scarsissimi) livelli minimi. Non sono soddisfatto, ma faccio buon viso a cattivo gioco consapevole del fatto che se riesco a sorridere adesso con questi tempi, posso pensare positivo per un futuro in cui possa trovare almeno il tempo per allenarmi.

Il percorso, per inciso, è davvero bello, vario e mai esagerato in dislivelli. Il tempo era perfetto, con cielo nuvoloso e temperatura anomalmente mite per una cosa di metà luglio che parte alle 9:30.

Vi lascio il percorso, come sempre, casomai vi venisse voglia di farci un giro.